Tuesday 26 april 2 26 /04 /Apr 21:54

Viaggio all' interno della percezione in coppia. Un' introduzione molto tecnica.

La prima cosa utile per noi occidentali da conoscere sul sesso tantrico è la sua iconografia classica. La figura tipica nella raffigurazione della situazione amorosa nella disciplina dell'unione tantrica, che condensa in sé unione di concentrazione, flusso emotivo e corpi nella pratica sessuale, è lo Yab Yum.

Osservare lo Yab Yum, che a noi sembra banalmente una donna seduta su un uomo a sua volta seduto e fra loro uniti sessualmente, deve aiutarci a notare le caratteristiche fondamentali del sesso tantrico.

Emerge subito un senso di calma straordinaria. Il sesso tantrico infatti, contrariamente alla concezione comune che vede il sesso come una variazione continua di stimoli supportata da grande potenza muscolare, si concentra sulla stabilità della stimolazione. Ovvero il tipo di contatto fra le parti non viene sollecitato energeticamente, ma i movimenti si fanno minimi e conseguenti gli assestamenti muscolari interni dovuti al flusso respiratorio. Questa caratteristica comporta ciò che davvero del tantra fa una disciplina tanto complessa, ovvero il lasciare svanire sullo sfondo qualsiasi tipo di intromissione mentale. Il consueto scenario interiore, composto sia dal normale flusso di pensieri sullo sfondo e sia da ciò che si ritiene di dovere ottenere in un rapporto sessuale, deve lasciare il posto al vuoto concentrativo. Esattamente come quando veniamo colti nell'attenzione da qualcosa che non conosciamo ancora e un attimo prima di volerlo classificare in una delle categorie con le quali l'economia della memoria incasella l'esperienza. Prolungare questo momento di caduta del giudizio amplifica l'attenzione sulla qualità del contatto, che nulla ha a che vedere con l'espressione di una performance, ma invece tutto deve alla creazione e attraversamento di una dimensione legata sia alla natura riproduttiva più profonda che a quella della meditazione pratica sul momento presente.

Come spesso nelle discipline orientali, solitamente per raggiungere questo stato è utilissimo concentrarsi sul respiro, approfondirlo, fare in modo che una ricca ossigenazione rallenti il battito cardiaco e allenti le tensioni muscolari e tendinee. Queste così diventano più capaci di recepire in profondità le microstimolazioni provenienti dalla reciprocità respiratoria. Il rapporto diventa intenso duraturo e praticabile in ogni condizione fisiologica. Non è necessario mantenere una lunga erezione per tale tipo di contatto che invece, nell'accettazione di ogni variazione di flusso organico, saprà sempre eccellere in una modalità del piacere tanto sconosciuta quanto necessaria per esperire la complessità della relazionalità sessuale.

Spirit of Tantra
Di Andreas Amàt - Pubblicato in : Sessualità
Scrivi un commento - Vedi 1 commenti
Torna alla home

Presentazione

Crea un Blog

Calendario

August 2014
M T W T F S S
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
             
<< < > >>
 
Crea un blog gratis su over-blog.com - Contatti - C.G.U. - Remunerazione in diritti d'autore - Segnala abusi